travelyourplan

Bangkok

3 Commenti

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /www/htdocs/w0178257/travelyourplan.com/wp-content/plugins/wordpress-23-related-posts-plugin/recommendations.php on line 242

Dopo 24 ore di viaggio, siamo finalmente arrivati a Bangkok stanchi ed esausti.

Tutto è andato molto bene ed Emilia è stata davvero fantastica.

Il primo volo, quello da Zurigo a Dubai non è stato molto piacevole, c’erano due passeggeri che ci viene da definire un po’ “psicopatici”. Un passeggero ha deliberatamente versato un bicchiere d’acqua sulle gambe di un altro passeggero, perché quest’ultimo gli ha chiesto se poteva mettere lo schienale del sedile dritto. Cose da pazzi!!!
Invece per quanto riguarda il volo, noi abbiamo scelto di fare scalo a Dubai per alzarci un po’ e sgranchirci le gambe. Peccato non essere già arrivati dopo sei ore di volo e temevamo che le sei ore successive avrebbero potuto essere pesanti per e con Emilia. Ci sbagliavamo. Lei era tranquilla e nonostante a Dubai avessimo un’ora di ritardo, la piccola ha aspettato con calma e ha giocato con il suo coniglietto. Dopo il decollo ha dormito per ben tre ore tra le mie braccia, poi ha mangiato qualcosa e si è riaddormentata quasi subito e ha continuato a dormire fino all’arrivo del nostro alloggio a Bangkok. Cosa possiamo volere di più dalla vita? Per questo inizio siamo molto felici e grati.

Purtroppo le notti a Bangkok non sono andate così bene. Tra il jetlag e il caldo, Emilia si addormentava con il sorgere del sole. Speriamo però che la situazione si stabilizzi presto. A Bangkok non abbiamo fatto molto. Era importante per noi arrivare e cercare di ambientarci. Abbiamo pensato molto a cosa far mangiare a Emilia e a cosa dover badare e per questo motivo siamo stati molto felici di trovarci in una città che già conoscevamo dai precedenti viaggi; in questo modo non ci è sembrato che ci mancasse qualcosa e non abbiamo sentito la necessità di esplorare la città.

A Bangkok abbiamo avuto già una prima esperienza carina, ovvero ho incontrato mia cugina con suo marito e abbiamo trascorso insieme il pomeriggio. Non avevano mai incontrato né Roger né la piccola Emilia. Particolare incontrarsi in un paese straniero e così lontano da casa. Forse incontreremo altri parenti o amici? Chissà!

3 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu